Recuperare i dati exif persi

Premessa: questo non vuole essere un tutorial completo (anche se l’ho etichettato tale) ma una semplice condivisione di esperienze, quindi perdonatemi se qualche passaggio “intermedio” mi è sfuggito.

Da un recente post sul nostro forum (importare immagini RAW) è riemerso che ci sono situazioni in cui i dati exif di una fotografia si perdono per strada durante la fase di sviluppo dal file RAW originale al file jpg finale … e per noi fotografi (anche se amatoriali) questo è un problema.

SOLUZIONE A

Lo strumento che propongo per recuperare i dati exif è ExifTool by Phil Harvey.

Per chi non lo conoscesse, ExifTool è un software gratuito e open source che consente di leggere, scrivere e manipolare metadati di immagini, audio, video e PDF (per qualche info in più, vi invito ad iniziare a leggere la pagina dedicata in Wikipedia).

Exiftool nasce per funzionare solo da “terminale”, ma fortunatamente esistono delle comode “GUI” (interfaccia grafica) con raggruppate le principali funzionalità.

Per il test che vi propongo ho utilizzato i seguenti SO/software/file:

N.b.: al momento mi sfugge se Exiftool è già preinstallato su linux Mint, in ogni caso il formato Appimage comprende anche Exiftool

La procedura è la seguente:

  1. sviluppo del file NEF (quindi RAW) in Darktable ed esportazione del risultato finale nel file con estensione xcf per Gimp (a causa di quello che ritengo essere un bug, al momento i dati exif non vengono salvati in questo tipo di file … senza dilungarmi troppo, io ritrovo i dati exif se esporto nel formato tif, altri invece purtroppo non ritrovano i dati exif in qualsiasi caso)

  2. import in Gimp del file xcf proveniente da Darktable, conclusione dello sviluppo ed export nel formato jpg

  3. risultato dei punti 1+2 = file “risultatosviluppo.jpg” senza dati exif

  4. dopo aver lanciato il programma jExifToolGUI-2.0.2-x86_64.Appimage, procedere come segue:
    4a) caricare la cartella con i file interessati dall’operazione (quindi file RAW e JPG scaricati dalla fotocamera + file “risultatosviluppo.jpg”)
    4b) selezionare il menù a sinistra “copy data” e “copy from image to image”
    4c) selezionare una delle opzioni in alto a destra (le ho testate tutte con esito positivo anche se hanno delle differenze)
    4d) selezionare nell’elenco dei file a sinistra il file RAW (o in alternativa il jpg originale della fotocamera)
    4e) cliccare a destra sul pulsante “copy from selected image”
    4f) selezionare nell’elenco dei file a sinistra il file “risultatosviluppo.jpg”
    4g) cliccare a destra sul pulsante “save to selected image”

  5. il programma eseguirà il comando e alla fine ritroverete tutti i file exif nel file risultatosviluppo.jpg

Riporto alcune immagini del programma in funzione:


schermata iniziale con caricata una cartella. A destra trovate l’elenco dei dati exif della fotografia selezionata (n.b.: se il caricamento delle immagini a sinistra sembra lento, è possibile deselezionare la casella per creare le anteprime subito sotto le icone principali del programma. Le anteprime verranno sostituite da un semplice elenco)


settore per copiare i dati exif da una fotografia all’altra

Per chi lavora con Windows le alternative sono un paio:

Per chi lavora con Mac, la soluzione è sempre jExifToolGUI 2.0.2 … nel caso qualcuno conoscesse ulteriori alternative per questo SO, lo segnali pure così aggiungeremo anche quelle.

SOLUZIONE B
La soluzione B è un’escamotage che ho descritto anche nell’altro post sul nostro forum (importare immagini RAW) e che riporto qui pari pari.

Se si scatta nel formato RAW+JPG, la procedura è la seguente:

  1. sviluppi la tua fotografia in darktable, esporti il risultato in Gimp, concludi lo sviluppo e lo salvi nel formato xcf di Gimp (es.: “sviluppo.xcf”)
  2. con Gimp apri il file originale JPG della fotocamera e lo salvi nel formato xcf di Gimp (es.: “originale-fotocamera.xcf”)
  3. apri il file “sviluppo.xcf”, copi il livello con il risultato dello sviluppo e lo incolli nel file “originale-fotocamera.xcf” su un nuovo livello
  4. nel file “originale-fotocamera.xcf” elimini il livello con la foto originale della fotocamera (o lo spegni), quindi esporti nuovamente nel formato jpg … così facendo, il risultato jpg esportato dovrebbe ereditare i dati exif del file jpg proveniente dalla fotocamera … (sistema sperimentato personalmente con Gimp 2.10.36)

Mi aguro di cuore che questo articolo possa tornare utile a qualcuno e soprattutto che eventuali bug inerenti i dati exif nelle versioni più recenti di Darktable, RawTherapee, Gimp o altri software simili non ci impediscano di utilizzare le versioni più recenti dei programmi stessi, delegando poi exiftool (o escamotage vari) al recupero finale dei dati exif persi.

N.b.: @CP_Pitto mi dispiace di non essere intervenuto velocemtente per aiutarti a risolvere il tuo problema.

A presto !

Fabrizio

@fabri66 rispondo con ritardo e perciò mi scuso.

Confermo la bontà e l’efficacia dello strumento “jExifToolGUI 2.0.2” per il recupero dei dati exif (legge anche il valore shutter count!), usato in ambiente Linux Mint 21, che secondo me è molto più pratico dell’escamotage architettato nella “soluzione B”; la “soluzione A”, a parer mio, è più veloce e più semplice da praticare di quanto non sembri dalla descrizione passo per passo, comunque resa chiarissima anche per quelli poco esperti, come me.

Bravo Fabrizio.

Aggiungo il fatto che alla fine del mio parossismo da “disinstalla-reinstalla” di tutti e tre i software di sviluppo foto (Darktable, Rawtherapee e Gimp) nelle loro ultime versioni, mi sono accorto che Rawtherapee riesce a passare i dati exif a Gimp e quindi anche nel file .jpg esportato; Darktable invece, no (…però c’è jExiftool).

Ringrazio per l’attenzione, la disponibilità e la condivisione.

A presto,

Cesare

1 Like

@CP_Pitto Ciao Cesare,

felicissimo di essere stato d’aiuto e soprattutto contento e soddisfatto che tu ora possa liberamente scegliere di lavorare con le ultime versioni dei software di cui abbiamo discusso senza farti condizionare dal rischio di perdita dei dati exif !

Per quanto riguarda l’escamotage … è il classico salvagente da usare in casi d’emergenza :sweat_smile:

Alla prossima !

Fabrizio