Traduzione CiviCRM: inizia fase di review

Volevo segnalare che il progetto CiviCRM è stato tradotto al 100% in lingua italiana ed ora inizia la fase di review.

Ringrazio calorosamente la collaborazione con l’associazione studentesca linux@studenti del PoliTO per aver dato lo sprint finale traducendo il mezzo migliaio di stringhe rimanenti. Grazie davvero!

È possibile dare una mano nel processo di review registrandosi in Transifex da qui:

Fra l’altro sto cercando di farmi una idea sulla sua adozione in Italia. Conoscete qualcuno che adotta CiviCRM? :slight_smile: Ciau!

In effetti io adotto Civi! Mi ero purtroppo reso conto della scarsissima qualità delle traduzioni che mi avevano costretto, come ripiego veloce, a scaricare tutto e a compilarmi una versione modificata. Infatti poi ho fatto anche io qualche correzione, ma c’è molto che va rivisto, in particolare nell’area admin (i messaggi pubblici, fortunatamente, sono quasi tutti decenti).

Segnalo inoltre che c’è questo bug che impedisce la traduzione di un “year(s)” nella pagina pubblica dei contributi ricorrenti.

1 Like

@valerio.bozzolan @ferdi consigliereste CiviCRM a tutte le associazioni italiane?

Certo che sì, a meno che non usino una qualche soluzione custom come l’ottimo ILS manager ng :smiley:, CiviCRM mi pare una delle soluzioni migliori.

So che (al 2018) Legambiente utilizzava CiviCRM per alcune cose, come le richieste di iscrizione come soci dal sito web. Wikimedia Italia lo usava in passato, ma adesso non più. In generale non è usatissimo ma ci sono un po’ di organizzazioni che lo usano.

1 Like