Richiesta assistenza in privato per installare SCHOOLCOM

(Inoltro questa richiesta di assistenza che ho ricevuto in privato da una persona che manterrò anonima)

Mi potrebbe aiutare con l’installazione della piattaforma SCHOOLCOM? In realtà dovrebbe essere qualcosa di molto semplice e veloce , ma sono sicuro che sto sbagliando qualcosa.

Le mando il link della piattaforma, qualora fosse in grado di aiutarmi, le fornisco le credenziali altervista in modo da procedere e vedere ciò che sbaglio .

Home

(Inoltro la risposta che ho dato all’utente)

Grazie per avermi scritto,

Purtroppo non posso fare assistenza tecnica in privato volontariale perchè non ho sufficiente tempo libero, e quando lo trovo cerco di usarlo per risposte pubbliche utili ad altri. Questa in realtá è una cosa comune nelle community software, quindi non credo ci si possa aspettare diversamente.

Inoltre cerco di non mischiare lavoro e volontariato e quindi (anche fosse a pagamento) non posso accettare proposte di lavoro ricevute come direttore di Italian Linux Society. In questo modo evito conflitti di interessi e non devo quindi gestirli.

Siccome si parla di una scuola, il mio consiglio è di contattare una/un professionista “sviluppatore PHP” che sostenga la vostra scuola (sicuramente cercando su un motore di ricerca usciranno contatti, non mi stupisce se anche nella vostra zona), chiedendo un veloce preventivo per installarvi quella soluzione in fase esplorativa, e poi eventualmente un altro preventivo per fare minima manutenzione e contatto con gli sviluppatori a monte, per il tempo minimo necessario, con possibilità di rinnovo dell’assistenza che la scuola ha solitamente bisogno e che non è ottimale addossare a persone volontarie.

Per una risposta più precisa consiglio di condividere una domanda più specifica su un problema più specifico riproducibile da altre persone volontarie (esempio: specifico errore PHP, trovato dai log del server web).

Se conosce la realtá che produce quel software, la prego di suggerire loro di pubblicare il codice in un repository git, e di adottare una licenza libera (esempio GNU Affero General Public License). Queste operazioni sono le minime per un progetto software che vuole essere un minimo collaborativo, altrimenti la collaborazione e sia tecnicamente ostruita che purtroppo probabilmente legalmente impedita dagli autori (di default si applica il “tutti i diritti riservati”).

Inoltre, potrebbero chiarire se accettano richieste di assistenza tecnica a pagamento (sperando sia utile per voi).

In assenza di nulla di tutto ciò è per me (ma anche per molte altre persone volontarie) davvero molto dfficile dare una mano.

Suggerisco altresì di non richiedere ad altri volontari di ricevere assistenza in privato, perchè generalmente non è un comportamento ben visto (oltre al fatto che non credo portera benefici particolari, come descritto sopra).

A disposizione per chiarimenti

Un caro saluto